Il terzo Segreto? Il Meccanismo di Controllo per la Guarigione!

meccanismoguarigione

Segreto n°3: Per curare i disagi dell’organismo intero, i problemi del Cuore (non l’organo) sono il Meccanismo di Controllo per la Guarigione.

Nei due articoli precedenti ho parlato dello stress e dell’energia (se non li hai letti ti conviene farlo per capire meglio questo articolo) e di come siano importanti per curare e prevenire le malattie.

Oggi ti rivelo qual è la causa dello stress nel corpo….

la Memoria Cellulare

Nel corso della mia carriera ho notato che se spiego il perché di un disagio a un mio paziente, dando la colpa a un’alimentazione scorretta, all’inquinamento, ai metalli pesanti, ai virus, ecc, la diagnosi è ben accetta ma, specialmente per gli uomini, pochi vogliono ammettere che la radice dei propri disagi possa essere di tipo emozionale.

Perché non è facile accettare che le emozioni e i problemi emotivi possano essere la causa del proprio malessere?

Penso ci siano svariate ragioni:

  • pochi vogliono ammettere di averne
  • se lo si ammette, pochi ne vogliono parlare
  • il fatto che non ci sia un metodo per gestirli con successo sul piano medico

Capisco benissimo queste ragioni dato che i farmaci si limitano a mascherare i sintomi di una malattia, senza fornire un vero aiuto, e la terapia svolta mediante la parola spesso peggiora le cose (riapre vecchie ferite che il corpo aveva cercato di guarire).

La memoria cellulare è la chiave della guarigione?

La memoria cellulare è la “programmazione” impressa nelle nostre cellule sin dalla nascita e, se non è buona (maltrattamenti fisici e/o psicologici subiti, abusi, ecc) invia segnali di stress alle cellule facendo ammalare l’organismo.

Non per forza bisogna avere vissuto dei forti traumi emotivi e fisici nell’infanzia, bastano anche episodi di stress, paura, rabbia, confusione, senso di colpa, scarsa autostima, ecc, che magari da adulti nemmeno si ricordano o ai quali si da poco valore.

Per semplificare, la memoria cellulare è il ricordo immagazzinato nelle cellule del corpo.

Ebbene sì, i ricordi non rimangono impressi solo nella tua mente, ma in ogni singola cellula del tuo corpo.

Esistono molti casi documentati di persone che, dopo aver ricevuto un trapianto di organo, cominciavano ad avere pensieri, sentimenti, sogni e addirittura tratti della personalità del donatore dell’organo in questione.

Sono gli scienziati stessi a essere convinti che i ricordi siano immagazzinati nelle cellule di tutto il corpo e non in un solo punto preciso (mente).

Le memorie cellulari negative trasmettono frequenze energetiche distruttive (rileggi l’articolo precedente se non ricordi come funziona l’energia) e creano stress all’interno del corpo.

Questo spiega il perché ci siano molte persone che, pur vivendo una vita relativamente tranquilla (non hanno problemi lavorativi seri, o sentimentali, o di salute, ecc), sono stressate, hanno attacchi di panico, malattie psicosomatiche…

IMPORTANTE: una persona o un animale, con memorie cellulari distruttive, farà fatica a guarire anche in circostanze favorevoli!

Significa che non basta agire solo dall’esterno (nutrendosi bene, vivendo lontano dall’inquinamento, ecc) ma è essenziale riequilibrare anche le memorie cellulari alterate.

Il Sistema Immunitario, per essere sano ed efficace, ha bisogno di essere sostenuto a 360° focalizzandosi su più fattori:

  • un’alimentazione sana e mirata alle proprie esigenze 
  • il riequilibrio delle memorie cellulari (tecniche psicomatiche specifiche)
  • un’equilibrata attività motoria

Tutti questi fattori sono essenziali se vuoi risolvere i problemi che ti stanno assillando.

Il dottor Bruce Lipton (biologo cellulare di fama mondiale) ha scoperto che l’alterato segnale delle cellule conduce il corpo in “modalità di stress” quando non dovrebbe e, la cosa più interessante, sono le credenze sbagliate a innescare la risposta corporea dello stress!

Le credenze errate si trovano nelle memorie cellulari che fanno capo alla mente conscia e inconscia.

La conclusione è:

Sono i problemi del cuore (NON inteso come organo) a costituire la fonte di ogni problema di salute nella vita, sia essa di natura fisica, relazionale o persino collegata al successo o fallimento”
 
Esistono ricerche interessanti, effettuate da istituti di tutto rispetto, che confermano ciò che ho appena scritto.
 
Nell’istituto HeartMath (svolge ricerche cliniche alternative) hanno posto del DNA umano in una provetta fatta tenere in mano ai soggetti studiati e chiedendo loro di pensare a eventi dolorosi evocando le memorie cellulari distruttive.
Risultato: il DNA è stato analizzato e si è visto che era danneggiato.
I ricercatori hanno messo di nuovo lo stesso DNA nella provetta e posto in mano ai rispettivi proprietari dicendo loro di pensare a qualcosa di bello e gradevole.
Risultato: il DNA aveva subito un effetto di guarigione.
 
Cosa significa questo?
Significa che l’attivazione di determinate memorie sembra danneggiare il DNA, mentre l’attivazione di memorie sane potrebbero guarirlo.
 
Altre ricerche hanno dimostrato che il dolore cronico e le malattie croniche nei bambini possono essere causati dall’ansia trasmessa loro dai genitori, creando memorie cellulari distruttive.
 
Basta avere pensieri felici per guarire?
 
Sfortunatamente non funziona così, perché nella mente inconscia (parte della mente a cui non possiamo accedere direttamente) esistono dei meccanismi che proteggono quelle memorie dall’essere guarite.
 
Per questo il semplice parlare e rivivere gli eventi traumatici non funziona per lenire e sconfiggere i problemi.
 
Cercare di sopprimere queste memorie distruttive è causa di maggiore stress che porta a cronicizzare le malattie.
Bisogna guarire i ricordi nocivi e non sopprimerli assumendo psicofarmaci o con terapie infinite, perché essi provocano distruzione a prescindere dal fatto che vengano ricordate consciamente o meno.
 
Bene, ora sai che i problemi del cuore (memorie cellulari distruttive) provocano stress e problematiche energetiche, causando le malattie.
Come si fa a rintracciare queste memorie? Dove si trovano?
 
Ne parlerò nel prossimo articolo…il 4° segreto!

Lascia un commento

error: Content is protected !!